Salta al contenuto principale

Oggetti trovati

Ultimo aggiornamento : Ven, 08/09/2023 - 14:52

Servizi alla Strada S.p.A gestisce per conto dell'Amministrazione comunale, l'accettazione, il deposito e la restituzione degli oggetti trovati abbandonati e rivenuti nel territorio del comune di Firenze.

Ricerca il tuo oggetto smarrito direttamente dal servizio della rete civica del Comune di Firenze.

Manuale Utente per la consultazione dei dati per il cittadino

 

DOVE, ORARI E CONTATTI

L'ufficio si trova in via Veracini 5/5, 50144 Firenze

  • tel. 055334802,  fax 0553246473
  • e-mail oggettitrovati@serviziallastrada.it

L'ufficio osserva i seguenti orari di apertura:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 12:30
  • martedì ed il giovedì dalle ore 14:30 alle ore 16:00
 

 

STORIA E ATTIVITÀ DELL’UFFICIO

La Servizi alla Strada S.p.A. gestisce per conto del Comune di Firenze il servizio oggetti trovati dal 15 novembre del 2002 subentrando al Corpo di Polizia Municipale e prendendo sede nei locali di Via Circondaria, 17/b.  Nel 2008, a causa dell’avvio del cantiere per la stazione ferroviaria dell’alta velocità “Foster”, l’ufficio Oggetti Trovati si è trasferito presso l’attuale sede di Via Veracini 5/5.

Il servizio consiste nell’accettazione, deposito e restituzione degli oggetti e dei documenti trovati, abbandonati e rinvenuti nel territorio del comune di Firenze.

Gli oggetti e i documenti ritrovati nel territorio comunale vengono consegnati all’ufficio dalla Polizia Municipale, di Stato, Aeroportuale, Ferroviaria o dai Carabinieri nonché da aziende di servizi pubblici fra cui Bus Italia, Alia, GEST, Autolinee Toscane, Taxi, oppure per il tramite di musei, teatri, biblioteche ed anche di cittadini attenti.

Al ricevimento degli oggetti, gli addetti SAS provvedono alla registrazione, catalogazione ed al deposito in magazzino. Una delle prime attività è quella di ricercare i riferimenti e il recapito del proprietario.

Nelle borse, valige, zaini, portafogli gli operatori verificano la presenza di documenti di identità o di qualsiasi altro genere al fine di individuare l’indirizzo di residenza e l’eventuale recapito telefonico per il contatto tempestivo del proprietario. Quando non è possibile il contatto diretto, nel caso di residenti nel territorio comunale, l’ufficio provvede ad inviare una cartolina di avviso, mentre per i residenti fuori comune si spediscono i documenti all’Amministrazione comunale di residenza, trattenendo gli altri oggetti in deposito.
Nel caso di consegna di materiale scolastico, dimenticato dagli studenti su tram e bus, per quanto possibile viene contattata la scuola. All’ufficio vengono recapitate anche targhe di veicoli: in questi casi si cerca di risalire al proprietario, richiedendo una visura alla Polizia Municipale. È anche buona prassi dell’ufficio rispondere alle chiamate che arrivano ai telefonini ancora accesi. Per i turisti stranieri si provvede ad informare le Ambasciate e/o i Consolati presenti a Firenze, nel caso di Ambasciate o Consolati non presenti i documenti vengono spediti all'Ambasciata di Roma.

 

I cittadini e i turisti possono ricercare il proprio oggetto smarrito, che sia un documento, una targa o altro, collegandosi al portale dedicato presente sul sito dell’Amministrazione comunale al link:

http://centroservizi.lineacomune.it/portal/page/portal/MULTIPORTALE/FIRENZE/CITTADINO_OGGETTI_RITROVATI

Ogni 15 giorni va in pubblicazione all’Albo Pretorio l’elenco per categorie degli oggetti ritrovati. Così come previsto all’art. 929 CC, trascorso un anno dalla seconda pubblicazione, l’oggetto non ritirato dal proprietario diviene di proprietà di chi l’ha trovato che dovrà richiederlo ai nostri uffici entro tre mesi.

Nel caso in cui anche chi ha trovato e consegnato il bene non si presenti a reclamare l’oggetto, questo passerà nella disponibilità dell’Amministrazione Comunale che potrà procedere alla cessione ad ONLUS oppure disporne lo smaltimento.  Anche il denaro non consegnato viene versato alla Tesoreria Comunale.

 

I numeri

Di seguito i numeri indicativi dell’anno 2023.

9.200

oggetti trovati

1.495

oggetti riconsegnati

1.056

oggetti riconsegnati agli Enti